Custom Search 1

Porta stregata e due rimpalli: il Formia va Ko (Cronaca del Match)

image alt
17/09/2017

FORMIA: Cenerelli D., Carginale (44’ st Buonavoglia), Amitrano, Volpe, Fusciello, De Paola, Petronzio (36’ st D’ Alessandro), Castiglione, Cenerelli S. (18’ st Pignalosa), Sellitti, Esposito. A disp.: Damiano, Brogna, Mastroianni Pernice I. All.: Pernice G.

ANAGNI: Saccucci, Brahushai, Mattone, Gemmiti, Seppani, Padovani, Tagliaboschi (37’ st Pappalardo), Giustini, Perrotti (25’ st Sementilli), Flamini, Carlini (39’ st Cardinali). A disp.: Mouton, Villani, Martino, Dolce. All.: Gerli Arbitro: Campilani di Tivoli (Jorgji-Romagnoli) Reti: 28’ pt Mattone (A), 14’ st Sellitti (F, rig.), 45’ st Cardinali (A)

 

Note: spettatori 200 circa. Al 47’ st espulso Amitrano per somma di ammonizioni; ammoniti Castiglione, Amitrano, Cenerelli S., Sellitti (F), Padovani, Seppani, Mattone (A); recupero 1’ pt, 3’ st.

Una sconfitta arrivata al 92esimo e che lascia tanto amaro in bocca ad un Formia che avrebbe meritato l'intera posta per quello che si è visto in campo. Fin dalle prime battute i biancazzurri hanno imposto il loro gioco, al cospetto di un Anagni che assieme al Pomezia viene considerato dagli addetti ai lavori come potenziale vincitrice del Campionato. L'incontro si apre con l'omaggio della squadra e dei tifosi ad Angelo Izzo, fondatore del tifo biancazzurro e scomparso la scorsa settimana. Nessuna remora da parte dei ragazzi di Mister Pernice che si proiettano in avanti, anche se il primo squillo è dei biancorossi con un calcio di punizione dal limite di Carlini al 12esimo che finisce a lato. Al 20esimo ci prova Petronzio che chiama all'intervento Saccucci che sarà il vero protagonista della partita. Quando sembra il Formia a dover passare per la mole di gioco costruita, al 29esimo la doccia fredda con l'Anagni che si porta in vantaggio. Palla sulla sinistra per Carlini, che prova a metterla in mezzo, una serie di rimpalli con i difensori biancazzurri, palla ancora a Carlini che tira una botta al centro dell'area, prende in pieno viso Mattone e la sfera finisce clamorosamente in rete per lo 0 a 1. Il Formia riprende ad attaccare, due incursioni sulle fasce con Carginale da una parte e Amitrano dall'altra creano due nitide palle gol, ma i traversoni trovano in entrambe i casi per un soffio in ritardo sia Sellitti che Cenerelli. Al 40esimo sarà propio Sellitti con una sua serpentina ad entrare in area ed a far partire un destro diretto all'incrocio dei pali ed una grande parata di Saccucci la spedisce in angolo (dato rilevante i calci d'angolo per i biancazzurri saranno ben 18). Finisce il primo tempo con l'Anagni in vantaggio.

La ripresa si apre così come si era chiusa la prima frazione di gioco, con un Formia ancora più determinato. Al 48esimo a conclusione di una bella azione corale, il tiro di Cenerelli viene parato egregiamente da Saccucci, sulla respinta con l'estremo difensore anagnino a terra Sellitti va a botta sicura ma l'estremo difensore compie un vero e proprio miracolo e respinge. Al 50esimo ci prova Petronzio e ancora Saccucci vola in calcio d'angolo. Al 60esimo Cenerelli sfugge Seppani che lo attera in area. è rigore. Va Sellitti dal dischetto ed è 1 a 1. Il Formi ha la partita in mano e mette alle corde l'Anagni, al 71esimo palla messa in area, Pignalosa fa una grande sponda per Sellitti che davanti a Saccucci tira ancora una volta a botta sicura ma il portiere compie un'altra parata. All'80esimo cross di Carginale dalla destra, Sellitti va con la girata al volo, pallone indirizzato all'angoletto basso ma ancora un miracolo di Saccucci la butta in angolo. Il Formia vuole l'intera posta e spinge, per ben due volte azione fotocopia, Capitan Volpe va via sulla sinistra ed entra in area la mette in mezzo e per ben due volte gli attaccanti la bucano. Quando sembra che la gara sia finita con un punto per parte che sta molto stretto al Formia ecco la doccia gelata. Angolo al 92esimo spazza De Paola che colpisce un giocatore avversario, la palla ritorna in area e dopo due rimpalli sbatte su Cardinali e termina in rete. Finisce 1 a 2, tra il rammarico generale ma il calcio è anche questo.